Parrocchia Santa Caterina, Monale

Nei tempi antichi l’attuale chiesa era la cappella del castello; infatti sotto il pavimento sono stati ritrovati gli scheletri degli antenati dei signori del castello.
La chiesa del popolo era in piazza dove ora c’è il Municipio.
E’ dedicata a Santa Caterina d’Egitto.
In una nicchia dietro l’altare maggiore, in alto, c’è la statua di questa Santa con la ruota spezzata, simbolo del suo martirio. Sul soffitto sopra l’altare vi è un affresco che raffigura degli angeli, che stanno adorando il Santissimo.
Ai quattro angoli ci sono i quattro evangelisti: S. Marco con accanto un leone, San Giovanni con l’aquila, San Matteo con un angelo, San Luca con un bue.
In alto si legge la scritta “Domus dei est domus orationis” che invita i fedeli alla preghiera.

L’interno della chiesa è costituito da una grande navata a otto colonne sulla quale si affacciano sei cappelle laterali; in una di queste c’è il fonte battesimale.
La balaustra e l’altare maggiore sono di un marmo molto pregiato di vari colori; in due cappelle laterali vi sono due altari più piccoli, uno dei quali è dedicato a Maria Immacolata.
Il campanile è stato costruito nel 1678 ed è alto quaranta metri; nella sua cella campanaria trovano posto cinque campane una delle quali, quella dedicata a S. Caterina, pesa 470 chili.

(Fonte: sito del Comune di Monale)