Avigliana

La località valsusina è molto amata per i suoi laghi, attrattive principali dell’ampio Parco Naturale Regionale di Avigliana. Situato in una conca morenica, il Parco presenta una ricca varietà di ambienti, da quello lacustre a quello paludoso a quello boschivo e una fauna molto varia. I due laghi, denominati Piccolo e Grande, sono molto frequentati per la loro bellezza, per l’occasione di svago che offrono (il Lago Grande anche per la pratica di attività sportive) e per la vicinanza a Torino e ad altri centri della provincia. All’interno del Parco si trova anche il Santuario della Madonna dei Laghi. Il centro storico della cittadina è connotato da importanti testimonianze storico – architettoniche, tra cui la piazza del Conte Rosso, delimitata da edifici medievali porticati e ornati da pregevoli fregi in cotto, la chiesa di San Giovanni (XIII-XIV secolo) con l’imponente campanile cuspidato, che custodisce polittici di Defendente Ferrari e un pulpito intagliato della fine del XVI secolo, e la chiesa di San Pietro, di impianto anteriore all’anno Mille, ma rimaneggiata nei secoli XIII – XV. Sulla collina che sovrasta il borgo si trovano i ruderi del castello, distrutto dalle truppe del generale Catinat nel 1691.

(Fonte: sito Piemonteitalia.eu)