Vignale Monferrato

Ecco qualche informazione su Vignale Monferrato:

Il nome Vinealis, terra di vino, compare già in un diploma del 1164 di Federico Barbarossa, a testimonianza di quanto sia antica la vocazione di questo borgo nel cuore del Monferrato. Già in epoca romana il sito era conosciuto: lo testimoniano i reperti nella chiesa della frazione Molignano. Il terreno ideale per la coltivazione della vite e la posizione a guardia della valli dei torrenti Grana e Rotaldo diedero a Vignale nei secoli successivi il rango ed i monumenti di una cittadina.
Si trova su uno dei colli più alti del Monferrato casalese e ogni anno ospita studenti, coreografi, ballerini e compagnie di fama internazionale, arrivati da ogni parte del mondo per partecipare agli stage e agli spettacoli di Vignaledanza. I vini sono il prodotto principale dell’economia locale e nel seicentesco palazzo Callori ha sede l’enoteca regionale del Monferrato che propone un’ampia vetrina sulla produzione locale e piemontese. Altri edifici importanti sono la settecentesca parrocchiale di San Bartolomeo, di fianco alla quale sorge uno dei belvedere più belli del Monferrato, e la chiesa dell’Addolorata, costruzione tardo-gotica voluta dal marchese Guglielmo VIII Paleologo nel 1470, che conserva all’interno un importante coro ligneo del XVI secolo. Sulla strada per Casale si trova la Fons Salera, le cui acque curative erano già note nel Cinquecento.

(Fonte: sito Piemonteitalia.eu)