Villanova Solaro

Qualche informazione su Villanova Solaro, paese nel cuneese dove sorge il maestoso Castello:
L’insediamento sorse tra il corso del torrente Varaita e quello del Follia ed è attestato come villa nova fin dal 1064; l’aggiunta Solaro è legata al nome della famiglia cui fu attribuito il luogo in feudo.
Le origini di questa “villa nova” vanno cercate forse in epoche precedenti il Mille; una citazione appare in un documento (citato da vecchi storici) del 1099 (Villanova presso Moretta). Certo è che, soggetta ai castellani della vicina Moretta, nel 1327 essa era “quasi in totum derelicta” e Filippo di Savoia, principe di Acaja, decise di ricostruirla,dotandola di un massiccio Castello: ci troviamo tra l’altro in una zona di confine tra le terre del Marchesato di Saluzzo e i primi possedimenti dei Savoia a nord del Po. Nel 1363, la giurisdizione di Villanova passò ai Falletti; poi nel 1423 ai Solaro, dai quali prese il nome attuale di Villanova Solaro. Nella prima metà dell’800, la contessa Eufrasia Valperga di Masino, nata Solaro, trasformò il castello in residenza amena e lo dotò del giardino. E qui, dopo gli anni dello Spielberg, ospitò Silvio Pellico, che nel 1831 vi lesse per la prima volta in pubblico pagine de “Le mie prigioni”.
(Fonte: sito Turismo CN)