Cattedrale di Aosta

Ecco alcune informazioni sulla Cattedrale di Aosta…

Il Duomo di Aosta, ovvero la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista, rappresenta, insieme alla Collegiata di Sant’Orso, un monumento importante della storia sacra della regione Valle d’Aosta. Si hanno testimonianze della presenza di una chiesa di notevoli dimensioni già alla fine del IV secolo ma la completa ricostruzione avvenne nel secolo XI sotto il vescovato di Anselmo I. Di questa chiesa romanica, con la tipica pianta basilicale a tre navate con copertura a capriate lignee e i due campanili ai lati dell’abside principale, molto è andato perso: rimangono le due torri campanarie pur con qualche elemento gotico, i magnifici mosaici del coro, la cripta e gli affreschi posti tra il tetto e le volte del XV secolo. Nel Duecento l’abside centrale fu rifatta in stile gotico con le cinque ampie monofore strombate e costruito un deambulatorio con tre cappelle radiali. I cambiamenti architettonici maggiormente rilevanti furono eseguiti alla fine del XV secolo sotto la direzione di Giorgio di Challant, priore della collegiata di Sant’Orso, e del vescovo François de Prez: al tetto a capriate subentrò una copertura a livello inferiore con volte a crociera finemente decorate e vennero realizzate le 23 preziose vetrate. Del Settecento è la costruzione della cappella di San Giovanni Battista impreziosita da marmi cosi come l’altare maggiore del 1758, mentre dell’Ottocento è la realizzazione della facciata con le due alte colonne in stile neoclassico oltre ai lavori di demolizione dello jubè. Venne poi edificata la cappella del Rosario in stile neogotico nel 1860. Da ricordare l’antico crocifisso ligneo del 1397, le splendide vetrate della navata centrale, la romanica cripta e i due mosaici del pavimento presbiteriale: il più antico (fine XII secolo) del Ciclo dei mesi e il secondo (inizi XIII secolo) con allegorie ed animali reali e fantastici.

(Fonte: Geoplan)