Come fare foto dall’alto senza il drone? Ecco il modo…

Quel giorno ero all’evento Nikon Days, stavo curiosando fra gli stand in cerca di qualche idea nuova per arricchire la mia attrezzatura. A un certo punto vedo una serie di persone imbracciare aste lunghissime, con in cima la macchina fotografica… Trovavo la cosa divertente, e mi sono avvicinato. Si trattava di aste telescopiche simili alle classiche selfie stick, ma allungabili anche fino a dieci metri e oltre, per fare eccezionali foto dall’alto.

Ho avuto subito un’illuminazione. Questi oggetti possono essere molto utili per il mio lavoro – il fotografo specializzato in matrimoni – per fare foto di grande effetto come questa!

foto dall'alto matrimonio langhe

Vreni & Lucanus – Foto di Stefano Serra

Questa è una bellissima foto dall’alto che ho scattato durante un matrimonio nelle Langhe. Sembra fatta col drone, ma non lo è! Ho semplicemente usato al meglio il mio nuovo acquisto, che in quella fiera Nikon Days mi aveva così incuriosito.

Da quella volta in poi, uso un’asta telescopica di 7 metri in tutti i matrimoni. Mi permette di fare favolosi ritratti panoramici, divertentissime foto di gruppo, eccezionali riprese di tutti gli invitati alla cerimonia (sia in chiesa che fuori)… E sbizzarrirmi con la fantasia.

foto con l'asta telescopica

Fabiola & Alessio – Foto di Stefano Serra

Molte coppie che incontro in studio per la prima volta mi chiedono: “ma per fare queste foto usi il drone?”

E rimangono sorpresi quando gli dico “in realtà no, non lo uso”. Gli spiego come funziona l’asta telescopica, rimangono a bocca aperta… e quando guardano le loro foto dopo il matrimonio ancora di più.

Ora lo spiego anche a voi!

foto dall'alto chiesa asta

Yara & Andrea – Foto di Stefano Serra

L’asta telescopica ha il vantaggio di arrivare dove non arrivi a piedi…

…e di arrivarci subito. In un certo senso permette al fotografo di volare!

È finito il tempo in cui mi arrampicavo sui balconi, mi affacciavo dalle finestre più improbabili per scattare foto dall’alto. Questo mi costava molti sforzi: non tutti i luoghi in alto delle location sono accessibili, bisogna trovare le persone giuste che hanno le chiavi giuste. E mi costava soprattutto molto tempo!

E c’è un altro bel vantaggio, molto apprezzato dagli sposi che non amano particolarmente le foto collettive. L’asta telescopica permette foto di gruppo che contengono proprio tutti gli invitati. In questo modo, in una foto sola si riesce a contenere tutto il grande gruppo di amici che partecipa alla giornata. In un minuto, “la foto da fare” è risolta!

foto dall'alto cerimonia matrimonio

Paula & Mario – Foto di Stefano Serra

Perché preferisco l’asta telescopica al drone?

Usare l’asta telescopica ha 3 particolari vantaggi rispetto al drone. Eccoli:

  1. L’uso dell’asta è possibile anche negli spazi chiusi, come la chiesa o la location del ricevimento. Il drone, invece, si può usare soltanto negli spazi aperti.
  2. L’asta, diversamente dal drone, è utilizzabile anche per sostenere oggetti diversi da una macchina che fa foto o video. Per esempio, la uso spesso per fissare luci led in modo da illuminare meglio alcune situazioni notturne (un classico è il taglio della torta).
  3. Molti colleghi, pur avendo ottenuto le autorizzazioni per l’uso del drone, hanno subìto controlli e sono incorsi in sanzioni. La regolamentazione per l’uso del drone è ancora molto complicata e contraddittoria. È facile incorrere in multe salatissime, e in un matrimonio è meglio evitare le brutte sorprese!
foto dall'alto asta telescopica

Barbara & Valerio – Foto di Stefano Serra

Ecco come funziona l’asta telescopica per fare foto dall’alto.

Il suo funzionamento è molto semplice, vi dirò come la uso io.

La macchina fotografica che fisso in cima all’asta è una Fuji, più piccolina e maneggevole rispetto alle mie Nikon. Per prima cosa ho installato un’app sul mio cellulare che mi consente un controllo remoto wi-fi sulla macchina. Trovo la Fuji molto versatile, precisa, e sono completamente d’accordo con il nostro Davide Dusnasco sulle sue tantissime qualità!

Una volta collegato il mio cellulare alla Fuji, allungo l’asta fino all’altezza desiderata, fissando le giunture di sicurezza. L’app mi consente di vedere precisamente l’inquadratura della mia Fuji dall’alto!

Non resta che scattare. L’app mi consente anche di controllare fuoco, esposizione e tutto ciò che voglio per rendere le mie foto perfette. Con un po’ di esperienza, mi bastano pochi secondi per fare tutto questo, senza perdermi gli attimi più interessanti del matrimonio!

foto dall'alto pioggia

Laura & Stefano – Foto di Stefano Serra

Durante i matrimoni, alcune volte la uso io, altre volte decido dove posizionare l’asta e il mio assistente scatta la foto. Un’asta di 10 metri pesa qualche chilo, certo, ma il trasporto è facile e si infila in macchina senza problemi.

La cosa divertente è che all’inizio gli invitati sono sempre un po’ intimoriti dalla presenza di questa asta altissima con in cima una macchina fotografica. Sopra le loro teste c’è un oggetto che penzola, che sembra in po’ in bilico e sul punto di cadere da un momento all’altro! In realtà non c’è motivo di aver timore, perché assicuriamo sempre la macchina a tutti i sostegni. I nostri sposi e gli amici presenti ai matrimoni che ho fotografato si ricordano bene questa situazione…

foto dall'alto lancio riso

Eleonora & Fabio – Foto di Stefano Serra

Infine, una bella notizia…

Proprio pochi giorni fa, mentre scrivevo questo articolo, scopro su Instagram una notizia che mi fa molto molto piacere. Una mia foto è stata scelta come “Photo of the Day” dall’Associazione internazionale Fearless Photographers, che riunisce i migliori fotografi di matrimonio di tutto il mondo!

È una foto che ho scattato con l’asta durante un matrimonio fantastico sul Lago Maggiore. Le ombre che si allungano sul prato sono un punto di vista “alternativo” su quel bellissimo tramonto estivo… E la corsa degli sposi insieme ai testimoni, beh, credo sia un modo perfetto per cogliere in un’immagine il grande legame di amicizia che li unisce.

A Fearless ho mandato la foto in bianco e nero, la potete vedere qui. Sul sito di JoyPhotographers l’ho pubblicata a colori. Non saprei quale preferire!

foto dall'alto sposi testimoni

Barbara & Valerio – Foto di Stefano Serra

…Insomma, è una bella soddisfazione per me e JoyPhotographers aver intuito per primi questa tecnica, un’innovazione che rende le nostre foto ancora più creative ed emozionanti.

Amici fotografi, usate anche voi aste telescopiche come la mia per scattare foto dall’alto? Come vi trovate? Mi piacerebbe conoscere le vostre esperienze!

Commenti

  1. Damiano ha detto:

    Ciao, una curiosità, ma questa asta dove si può acquistare?
    Hai qualche link da suggerirmi? grazie

    1. Davide Muroni ha detto:

      Ciao Damiano, il nostro studio è a Torino e ci riforniamo solitamente in un negozio qui vicino dove abbiamo anche trovato questa asta. Questo è il link: http://www.riflessishop.com/

  2. edoardo ha detto:

    Molto interessante. Ma in commercio non ne trovo. Hai un link per vedere le aste? Grazie edoardo

Lascia un commento